Il Carrello del Mercatino

Se ami la tua città non puoi perdere “Le Divagazioni”: Storia, Personaggi e Tradizioni di Trieste scritti in dialetto, per la prima volta raccolti in una collana da collezione unica nel suo genere.

sigillo

A tuti i Triestini,

a quei patochi veri e a quei de adozion,
che i se senti comunque anche lori
orgoliosi de esser fioi o anche solo ospiti,
ma ’ssai fortunai, de una zità
cussì straordinaria.

collezione

01

LE DIVAGAZIONI
Storia e Tradizioni de Trieste in Dialeto
di Antonio Denich

COLLEZIONE SPECIALE | StoriadeTrieste
NUMERO 01 | PAGINE 156 | PREZZO DI COPERTINA € 15,00

Progetto Grafico e impaginazione Enrico Denich
Editrice Econ Srl Trieste – econtrieste@gmail.com

UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE A “IL MERCATINO” PER AVER CONCESSO L’UTILIZZO DEI MATERIALI
E A CAFFE’ YOUR PER AVER CONTRIBUITO ALLA REALIZZAZIONE DEL NUMERO 01

logo_mercatino

logo_mercatino

DIDASCALIA

sigillo

Il sigillo trecentesco del Comune di Trieste, nato dalla stilizzazione del tratto centrale delle mura cittadine, tra la piazza Grande e il mandracchio, con tre delle torri di difesa (al centro la Torre del Porto dalla quale escono due alabarde con bandiera). Il potere nel 1313 era in mano al Comune che, tra il 1315 e il 1318, emanò i primi “statuti” (la codificazione delle leggi della città). Venne così creato questo famoso “sigillo” che reca la scritta: “Sistilanu publica Castilir mare certos dat michi fines” con sotto il nome “Tergestum”, che significa: “Sistiana, la via pubblica (che seguiva il ciglione carsico), Castelliere (quello di San Servolo) e il mare (Zaule e, come confine con la Repubblica di Venezia il torrente Rosandra) mi danno confini certi – Tergeste”).